COSA FARE A BELLAGIO IN UN GIORNO

Qualche settimana fa ci siamo regalati una domenica a Bellagio (CO). Presi dai mille cambiamenti che stanno travolgendo la nostra famiglia avevamo perso un pochino il gusto del viaggio e, vi dirò, iniziavamo a sentirne i terribili effetti collaterali. Ci siamo quindi limitati ad assecondare la nostra esigenza di partire, scegliendo Bellagio perché ricordavamo essere vicina, bella e particolarmente adatta ai bambini.

LakeBellagio

Conosciuta come la “Perla del Lago di Como” Bellagio attrae ogni anno molti turisti ed è stata fonte d’ispirazione per un hotel a Las Vegas. Il paese è un susseguirsi di stradine che si snodano dall’alto verso il basso e viceversa, al termine delle quali ci si trova davanti lo splendido spettacolo del lago. I vicoli si percorrono esclusivamente a piedi e, non è raro, soffermarsi nelle molte botteghe artigianali che li popolano.

StreetBellagio

Arrivare entro metà mattinata è fondamentale sia per trovare parcheggio con più facilità sia per poter godere pienamente della città prima che si riempia di turisti. Noi abbiamo lasciato la macchina vicino all’Hotel Belvedere e abbiamo iniziato a camminare seguendo la direzione scelta da Adele. Ora infatti il passeggino è per lei solo un accessorio utile per la nanna, dato che la voglia di muoversi è tanta.

Dopo soli dieci minuti di cammino si presenta a noi lo spettacolo de il Molo La Punta. In tanti anni di visite non lo avevamo mai visto. Come suggerisce il nome è un punto di attracco per le piccole imbarcazioni che solcano il lago. C’è anche la possibilità di noleggiarne alcune per fare un giro in autonomia. Non è richiesta la patente quindi è un’esperienza aperta a tutti gli appassionati. C’è poi un bel prato dove poter fare il pic nic o giocare con i bambini. Noi ci siamo tornati subito dopo pranzo per riposarci sulle panchine all’ombra, approfittando della nanna di Adele.

MoloLaPuntaBellagio

VicoloBellagio

Nel pomeriggio ci siamo spostati nella piccola frazione di Pescallo. Percorrendo una scalinata che si snoda lungo il promontorio situato nel centro del paese, la si raggiunge in una decina di minuti. Si è trattato dell’unico tratto difficile con il passeggino quindi, se avete bimbi piccoli, tenete conto di doverli tenere in braccio. La fatica è però ripagata perché, una volta giunti a destinazione, vi si presenta lo spettacolo di un borgo che ha saputo mantenere intatto l’antico fascino. La case colorate sono rimaste quelle di un tempo, il porticciolo è un’oasi di tranquillità dove poter godere lo spettacolo del lago o, come nel nostro caso, far divertire i bambini con l’acqua e se siete sportivi Pescallo è un ottimo punto di partenza per le vostre escursioni in kayak.

HousePeascallo

LittleBeachPescallo

PescalloFlower

PescalloSquare

INFORMAZIONI PRATICHE:

COME ARRIVARE: Il viaggio da Monza dura circa un’ora. Per giungere a destinazione basta prendere la SS36 fino all’uscita di Lecco. Qui si imbocca la SS583 fino ad arrivare a Bellagio;

DOVE MANGIARE: A pranzo siamo stati al ristorante La Grotta. Scelto, come d’abitudine, in base all’ispirazione dataci dal menù proposto si è rivelato una splendida sorpresa. Il proprietario si è dimostrato disponibile nei confronti delle esigenze di Adele dandoci subito un tavolo con seggiolino e la possibilità di utilizzare uno spazio per cambiarla. La cucina è semplice e, proprio per questo, particolarmente adatta a chi, come noi, viaggia con i bambini. Consiglio agli amanti del pesce di assaggiare il lavarello, davvero super 🙂

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...